Linee guida IFLA dei servizi bibliotecari per giovani adulti


RACCOMANDAZIONI PER I SERVIZI BIBLIOTECARI

PER I GIOVANI ADULTI

LIBRARIES FOR CHILDREN AND YOUNG ADULTS SECTION

SEZIONE 1

INTRODUZIONE

A chi si rivolgono queste raccomandazioni

• Ai bibliotecari che operano in qualsiasi tipo di biblioteche nelle aree urbane e rurali del mondo, a livello professionale, come assistenti o come volontari

• A chi amministra e governa la biblioteca

• Ai docenti e agli studenti delle scuole per bibliotecari

Ogni biblioteca pubblica ha una specifica comunità da servire e perciò specifiche priorità e bisogni. Sebbene servizi bibliotecari specifici per giovani adulti non siano stati sviluppati in tutti i paesi, queste raccomandazioni si affermano in base alla certezza che la prima età adulta sia un periodo unico della vita. I giovani adulti hanno diritto alla stessa qualità di servizi bibliotecari offerta alle altre fasce di età. Quindi, ogni biblioteca dovrebbe avviare servizi per i giovani adulti come parte dei servizi bibliotecari di base. I servizi bibliotecari per giovani adulti dovrebbero essere sviluppati nel contesto dei servizi bibliotecari generali e in cooperazione con le altre istituzioni.

COMPITO E OBIETTIVI

“La biblioteca pubblica, via di accesso locale alla conoscenza, costituisce una condizione essenziale per l’apprendimento permanente, l’indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell’individuo e dei gruppi sociali” (Manifesto Unesco/IFLA sulle biblioteche pubbliche, 1995). Il Manifesto UNESCO dichiara la fede nella biblioteca pubblica come forza vitale per l’istruzione, la cultura e l’informazione.

“Gli adolescenti hanno bisogno di un’attenzione particolare perchéCmolti abbandonano la lettura spontanea in questo periodo della loro vita. La loro introduzione a un’ampia scelta di libri, corrispondente ai loro mutevoli interessi, dovrebbe essere favorita da bibliotecari e

altri operatori consapevoli della loro crescita psicologica ed emozionale” (Carta del lettore, International Book Committee e International Publishing Association,1992).

Le biblioteche possono svolgere un ruolo importante per l’individuo durante la ricerca di una transizione positiva dall’infanzia all’età adulta fornendo l’accesso alle risorse insieme a

un ambiente che incoraggi lo sviluppo intellettuale, emotivo e sociale e offra uno stimolo concreto per un’alternativa ai problemi sociali.

OBIETTIVI DEI SERVIZI PER I GIOVANI ADULTI

  • Offrire una transizione dai servizi per ragazzi ai servizi per adulti
  • Incoraggiare l’apprendimento permanente attraverso la biblioteca e la promozione della lettura
  • Motivare l’abitudine alla lettura per informazione e per piacere
  • Promuovere le capacità d’uso dell’informazione
  • Fornire a tutti i giovani adulti della comunità raccolte e servizi bibliotecari che soddisfino i seguenti bisogni:

√ educativi

√ informativi

√ culturali

√ ricreativi

OBIETTIVI DELLE RACCOMANDAZIONI

Queste raccomandazioni sono una lista di idee, da una prospettiva internazionale, che può essere utile come fonte d’ispirazione per i bibliotecari sia esperti sia inesperti che abbiano

la responsabilità di lavorare per i giovani adulti.

SEZIONE 2

DEFINIZIONE DEL GRUPPO DI RIFERIMENTO

Il gruppo di riferimento (giovani adulti) può essere definito come un gruppo di persone a metà tra l’età infantile e l’età adulta. Il gruppo di riferimento comprende tutti, senza distinzione di razza, religione, condizione culturale, capacità intellettuale o fisica.

BISOGNI DEL GRUPPO DI RIFERIMENTO

La biblioteca deve essere aperta a tutti e perciò deve rispettare i diversi bisogni culturali. I bisogni culturali hanno le loro radici nelle tradizioni sia orali sia visive, nei cambiamenti della società e delle condizioni sociali, nella specificità culturale, nell’immaginazione e nei sogni. Tali bisogni dovrebbero riflettersi nella predisposizione di risorse, servizi e programmi bibliotecari e nell’ambiente fisico della biblioteca stessa.

È importante che i servizi per i giovani adulti vengano progettati non solo dai bibliotecari, ma insieme a rappresentanti del gruppo di riferimento. I giovani adulti devono essere trattati con rispetto, accettazione e disponibilità a tenere conto delle loro scelte che potrebbero essere diverse da ciò che tradizionalmente le biblioteche offrono. Essi devono essere coinvolti attivamente nella programmazione, nello sviluppo e nella valutazione delle risorse, dei servizi e dei programmi.

RISORSE

Poiché i bisogni dei giovani adulti variano enormemente, le risorse devono rifletterli. La biblioteca perciò deve avere risorse per tutti i gruppi, inclusi i giovani disabili e le minoranze sociali e linguistiche:

  • per l’informazione e l’istruzione
  • per il piacere e lo svago
  • in modo da riflettere le diversità culturali
  • in diverse lingue

Le forme e i contenuti delle risorse devono tenere conto dei diversi livelli degli utenti, dei loro interessi, delle loro capacità intellettuali e delle loro condizioni culturali. Si dovrebbe dare importanza a un’ampia offerta di fumetti, romanzi, collane di consumo, musica popolare corrente. Le raccolte possono comprendere qualsiasi materiale come:

Materiali a stampa

  • libri
  • riviste
  • raccolte di articoli e opuscoli
  • manifesti
  • audiocassette
  • CD
  • multimedia (CD-ROM, CD-I)
  • programmi per elaboratori
  • videocassette
  • giochi da tavolo e giochi elettronici
  • accesso a reti telematiche locali, nazionali e internazionali

Materiali non a stampa

La biblioteca deve disporre delle attrezzature necessarie per soddisfare i bisogni degli utenti: per esempio un numero adeguato di computer, video e cuffie.

SERVIZI E PROGRAMMI

L’obiettivo dei servizi e dei programmi è incontrare i bisogni mutevoli dei giovani adulti della comunità locale, compresi tutti i gruppi culturali e i giovani con esigenze particolari.

La valutazione continua dei bisogni dei giovani adulti è una responsabilità essenziale di ogni biblioteca. E’ necessario coinvolgere i giovani adulti nella programmazione dei servizi e dei programmi (gruppi di consultazione a breve e lungo termine, tecniche di comunicazione e riscontro come cartelloni, registri, bacheche elettroniche).

Se si dedica uno spazio ai giovani adulti, l’arredo e le decorazioni dovrebbero riflettere le preferenze degli utenti, e si deve collocare questo spazio in modo separato da quello per i bambini.

La biblioteca dovrebbe fornire personale preparato e disponibile a rispondere alle specifiche esigenze dei giovani adulti.

ESEMPI DI SERVIZI RACCOMANDATI

  • Fornire informazioni di orientamento (inclusa l’assistenza per i compiti a casa)
  • Realizzare visite guidate alla biblioteca
  • Avviare all’alfabetizzazione informatica e alla capacità di ricerca delle informazioni (con l’impiego di risorse sia a stampa sia elettoniche)
  • Offrire servizi (individuali e di gruppo) di consulenza ai lettori
  • Incoraggiare l’uso della raccolta in tutti i formati
  • Facilitare l’accesso alle risorse esterne alle raccolte possedute e al prestito interbibliotecario
  • Aumentare la conoscenza pubblica dei servizi bibliotecari per giovani adulti
  • Collaborare con le altre agenzie di informazione e di servizi nella comunità
  • Fornire servizi ai gruppi speciali (giovani disabili, adolescenti genitori, carceri e ospedali)

ESEMPI DI PROGRAMMI RACCOMANDATI

  • Conversazioni su libri
  • Letture pubbliche
  • Gruppi di discussione e circoli
  • Programmi di informazione su argomenti specifici (salute, sessualità, lavoro, temi di attualità)
  • Visite di personaggi famosi (autori, sportivi)
  • Rappresentazioni (musica, arte, teatro)
  • Programmi in cooperazione con istituzioni e gruppi della comunità
  • Produzione dei giovani adulti (teatro, pubblicazioni, TV, video e riviste)
  • Laboratori

SEZIONE 3

COOPERAZIONE CON ALTRE ISTITUZIONI

La qualità dei servizi bibliotecari per giovani adulti richiede un buon collegamento con le altre istituzioni professionali o di volontariato della comunità locale. Le attività dei giovani adulti nella vita culturale, educativa, sociale devono essere coordinate in modo che le istituzioni locali non siano in competizione tra loro ma cooperino a vantaggio dei giovani adulti. Molti bibliotecari hanno le capacità e le conoscenze per coordinare professionalmente le attività per i giovani adulti.

RETE CULTURALE

La rete culturale è uno strumento efficace per mettere a fuoco l’identità di una società multiculturale in modo da incontrare le esigenze dei giovani adulti. La biblioteca pubblica può organizzare con altre istituzioni culturali e i giovani adulti programmi culturali

come:

  • festival letterari
  • festival di musica e cinema
  • feste popolari
  • rappresentazioni teatrali interculturali
  • mostre fotografiche
  • spettacoli di ballo
  • danza di strada

RETE EDUCATIVA

Per le biblioteche pubbliche che lavorano per i giovani adulti le scuole sono il più importante partner con cui cooperare. In molti paesi e regioni ci sarà soltanto una biblioteca scolastica, una biblioteca pubblica o talvolta una biblioteca che combina entrambe le funzioni.

La programmazione integrata tra biblioteche scolastiche e biblioteche pubbliche può soddisfare in maniera più adeguata i bisogni e gli interessi dei giovani adulti. Per garantire lo sviluppo di un piano di cooperazione, si raccomanda un accordo formale.

Altre istituzioni educative con servizi bibliotecari potrebbero lavorare insieme alle biblioteche pubbliche e scolastiche in una rete automatizzata di prestito interbibliotecario. Queste istituzioni educative potrebbero essere:

  • colleges
  • università
  • scuole tecniche
  • scuole d’arte
  • scuole per giovani disabili
  • scuole nelle carceri e negli ospedali

La cooperazione tra istituti educativi potrebbe fornire:

  • prestiti interbibliotecario
  • programmi di avviamento all’uso delle biblioteche/ educazione degli utenti
  • campagne per la promozione della lettura
  • campagne per l’alfabetizzazione informativa
  • programmi culturali

Per le istituzioni educative prive di biblioteche scolastiche sono necessari i servizi bibliotecari all’esterno, per educare gli studenti all’uso della biblioteca affinchè possano usufruire in maniera più autonoma del sistema bibliotecario.

RETE SOCIALE

Per far sì che il personale bibliotecario abbia una buona collaborazione con i giovani adulti, con comportamenti professionali, è importante cooperare con agenzie come:

√ agenzie sociali

√ agenzie di collocamento al lavoro

√ agenzie preposte all’assistenza sociale e all’applicazione della legge

Per essere informati sulle nuove tendenze e sui problemi sociali emergenti, si dovrebbe creare una rete di professionisti, volontari, familiari, amici della biblioteca.

Il personale della biblioteca dovrebbe trovare il suo modo specifico di lavorare anche al suo interno. La biblioteca dovrebbe cooperare con differenti partner nelle reti locali per trame osservazioni ed elaborare un programma strategico.

SEZIONE 4

PROGRAMMAZIONE

La biblioteca dovrebbe sviluppare un impegno a favore dei servizi bibliotecari per i giovani adulti attraverso metodi come:

  • incoraggiare un atteggiamento positivo da parte di tutto il personale bibliotecario
  • stabilire politiche a favore dei giovani adulti che comprendano: l’accesso a tutte le risorse e fonti informative disponibili; il rispetto dei diritti degli altri e delle risorse della biblioteca; la libertà intellettuale; la fornitura dei servizi su base equa e adeguata a tutti i giovani adulti
  • fornire un punto specifico o uno spazio per i servizi dedicati ai giovani adulti
  • nominare un responsabile dei servizi, poiché questo è il modo più efficace di servire i giovani adulti.

ATTITUDINI OTTIMALI DEL PERSONALE

√ Comprendere e rispettare i giovani adulti

√ Essere bene informati sulle risorse sia a stampa sia su supporti diversi

√ Avere familiarità con le raccolte e con le risorse locali

√ Essere disponibili all’apprendimento

√ Essere flessibili in modo sufficiente ad accettare e introdurre cambiamenti

√ Essere capaci di fornire servizi informativi usando tutte le risorse idonee

√ Essere un sostenitore dei giovani adulti

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE CHE LAVORA CON I GIOVANI ADULTI

– Competenze bibliotecarie di base

– Valutazione e selezione dei materiali a stampa e su supporti diversi

– Caratteristiche dello sviluppo dei giovani adulti

– Politiche e problemi dell’informazione

– Metodologie tradizionali ed elettroniche di fornitura dell’informazione

PROGRAMMAZIONE DEI SERVIZI

  • Creare una politica di sviluppo delle raccolte
  • Programmare con i giovani adulti un piano dei servizi che risponda nella maniera migliore ai bisogni della loro comunità
  • Definire un bilancio con obiettivi in ordine di priorità
  • Ricercare finanziamenti per i programmi rivolti ai giovani adulti
  • Sviluppare criteri di valutazione

VALUTAZIONE DEI SERVIZI

La valutazione dei servizi bibliotecari per i giovani adulti dovrebbe comprendere parametri sia qualitativi sia quantitativi di misurazione dell’efficacia. La raccolta dei dati statistici dovrebbe essere elaborata con lo stesso metodo usato per le statistiche dei servizi bibliotecari in generale.

Alcune proposte di misurazione dell’uso della biblioteca da parte dei giovani adulti:

– visite alla biblioteca rispetto alla popolazione totale di giovani adulti

– uso della sede da parte dei giovani adulti

– iscrizione in percentuale sulla popolazione

– numero dei documenti per giovani adulti

– uso dei materiali all’interno della biblioteca

– dati dei prestiti

– servizi di consulenza dedicati alla popolazione dei giovani adulti

– quantità di prestiti

– percentuale di successo delle richieste di informazioni

– partecipazione media ai programmi per giovani adulti

– visite da parte di gruppi esterni alla biblioteca

– visite da parte dei bibliotecari a gruppi esterni

– prove aneddotiche del successo di programmi e servizi

La valutazione può fornire una buona base per la promozione dei servizi bibliotecari. Un modo per imparare ciò che i giovani adulti vogliono è chiederglielo attraverso questionari (quantitativi) e interviste (qualitative).

SEZIONE 5

PROMOZIONE

Informare i giovani adulti dell’esistenza all’interno della biblioteca di un nuovo servizio specifico per loro:

  • fornendo l’informazione nei luoghi dove si incontrano, si fermano e si aggregano, per esempio nei cinema e nei caffè
  • rendendo l’informazione attraente, il che è più probabile attraverso il coinvolgimento nella progettazione di giovani adulti volontari

Centrare gli interessi dei giovani adulti:

  • chiarendo che il personale desidera che essi vengano, si fermino e tornino
  • mostrando che la biblioteca è viva e gradisce i cambiamenti
  • concentrandosi su un evento di successo per organizzare una campagna di promozione

I servizi dipendono in misura pressoché totale da utenti soddisfatti che riferiscono ad altri della qualità dei servizi.

Testo a cura della

International Federation of Library Associations and Institutions (IFLA) – Libraries for Children and Young Adult Section

http://www.ifla.org/

Traduzione aggiornata sull’edizione del 2001 di Letizia Tarantello

Comments are closed.